Previsioni Affluenza Rainbow Magicland

Magicland-dallalto

Quando andare a Rainbow Magicland per non trovare code? La domanda è topica quando si vuole organizzare una giornata di divertimento in uno dei tanti parchi italiani: in questa guida raccogliamo alcuni utili suggerimenti sulle giornate più opportune per ottimizzare i tempi d’attesa in relazione alle previsioni di affluenza a Rainbow Magicland, elaborate dagli specialisti.

Quando visitare Rainbow Magicland. La risposta scontata è: nei giorni di bassa affluenza. Naturale che recarsi al parco divertimenti ad inizio stagione rappresenti la soluzione più valida per chi vuole evitare le lunghe code, che sono solite formarsi nei periodi di maggior affluenza a Rainbow. Escludendo i ponti festivi, visitare Rainbow nei giorni infrasettimanali a ridosso dell’apertura significa poter contare su un libero accesso pressoché a qualunque attrazione, anche le più nuove: grosso modo da Aprile a fine Maggio neppure i weekend rappresentano un grosso problema, salvo eventuali vacanze pasquali o in concomitanza con il 25 aprile e il 1 maggio. La bassa stagione tende a protarsi fino alle prime due settimane di Giugno, mentre una volta chiuse le scuole e terminato anche il successivo periodo di esami di licenza media o superiore, l’affluenza a Rainbow Magicland registra un innalzamento esponenziale, fino almeno alla metà di Settembre. Assolutamente da evitare le aperture straordinarie in occasione di Halloween o Capodanno, davvero gettonatissime.

In quale giorno della settimana visitare Rainbow Magicland. Come accennavamo, sono da preferirsi gli infrasettimanali, in particolare dal Martedì al Giovedì; soprattutto durante il periodo di apertura prolungato fino alle 23 il Venerdì può rivelarsi un giorno insidioso, poiché sono in tanti a sceglierlo per una giornata di puro divertimento a Rainbow, approfittando poi del weekend per rigenerarsi. Se proprio non riuscite a ricavare una giornata di vacanza per godere della minore affluenza dei feriali, potrete puntare su un ingresso serale la Domenica, quando generalmente l’affluenza tende a diminuire in considerazione della successiva settimana lavorativa, che obbliga molti al rientro anticipato.

Evitare le code d’ingresso. Soprattutto se vi recate a Rainbow Magicland nei periodi di alta affluenza, l’attesa in coda può cominciare già dall’ingresso, impegnandovi anche per più di un’ora: per saltare la fila, niente di meglio che acquistare il biglietto online direttamente dal sito ufficiale del Parco, così da godere anche delle significative riduzioni previste.

Come sfruttare al meglio la giornata. Se proprio non riuscite a conciliare gli impegni lavorativi con i periodi di bassa affluenza a Rainbow, per sfruttare al meglio il vostro giorno di divertimento al parco dovrete pianificare con cura il tour delle attrazioni. Appena entrati, fiondatevi sulle new entry, dove ancora non troverete le file chilometriche, che si formeranno di qui a poche ore: potrebbe comunque capitarvi di dover attendere il vostro turno, ma meglio 20 minuti ora che 120 dopo pranzo! Ottimizzate i tempi del pranzo: se evitate i tradizionali orari 12-14 potrete consumare i vostri pasti più velocemente e approfittare del momento di pausa degli altri turisti per accedere alle attrazioni solitamente più affollate; in generale, Shock, Jump & C. conoscono un calo di affluenze dopo mangiato: è l’occasione giusta per approfittarne! Per contro le giostre acquatiche hanno un boom negli orari più caldi: evitate quindi di intestardirvi a voler fare lo Yucatan con 120 minuti di coda alle 15, ma rimandatelo a fine serata, quando l’affluenza è in sensibile calo.

Quando lasciare il parco. Andarsene da Rainbow Magicland nei giorni di maggior affluenza può essere davvero complicato, con il rischio di rovinare la giornata di divertimento facendovi andare in bestia per l’imbottigliamento nel traffico. Le soluzioni a vostra disposizione sono due: o ve ne andate prima dell’inizio dello spettacolo finale, che solitamente incanta gran parte dei visitatori di Magicland, svicolando prima del formarsi delle code, o attendete il defluire della flolla al termine di Illusion, girovagando con comodità all’interno del Parco e facendo i vostri acquisti presso i negozi, che comunque tendono a prolungare l’orario di apertura ben oltre quello di chiusura della attrazioni, così da arrivare al parcheggio quando gran parte delle altre persone se ne sono già andate.

 

Autore|ChiMD

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *